Agosto a gonfie vele per il turismo campano

Foto di Simone Celestino su licenza CC

Foto di Simone Celestino su licenza CC

La Campania risulta essere prima tra le regioni meridionali per turismo straniero.
A Napoli è stato record con il 69% delle camere prenotate secondo quanto risulta da booking.com – sito online tra i miaggiori in ambito turistico.
La homepage del sito infatti riportava testuali parole:
«Napoli è molto richiesta dai viaggiatori per le date che hai scelto (69% di strutture prenotate)». Sono già totalmente prenotate 294 strutture su 421».

La tendenza positiva è d’altronde riscontrabile anche ad occhio nudo. Basta farsi un giro per le strade del centro storico e si scoprirà che oltre ai tanti napoletani rimasti in città (complice la crisi), le strade sono affollate anche da molti turisti.

L’assessore alla cultura e al turismo del Comune di Napoli, Nello Daniele, ha dichiarato: “Ho fatto un giro di telefonate tra gli albergatori e tanti mi hanno confermato il tutto esaurito…c’è una netta tendenza in positivo rispetto agli anni passati”.

Esulta anche Federalberghi Napoli con Salvatore Naldi, che a inizio mese ha dichiarato: “Siamo in un periodo di grandi cambiamenti e dobbiamo sfruttarli al meglio. La recente approvazione della legge regionale sul turismo, ad esempio, è una svolta attesa da oltre trent’anni per la quale dobbiamo ringraziare tutti gli attori. Ora deve essere attuata snellendo la burocrazia ed evitando inutili sprechi di denaro. Come Federalberghi abbiamo anche ottenuto un importante successo con l’approvazione, da parte del governo Renzi, dell’unico progetto sul turismo in Campania che permetterà alle strutture alberghiere aderenti di lavorare con sempre maggiore sinergia e nel rinnovamento dell’offerta ai turisti”.

Nei prossimi mesi e anni la sfida sarà aumentare il tempo di permanenza dei turisti che è ancora basso (media 1,6 giorni).

Infatti, di solito, i turisti si fermano solo il tempo necessario per un giro nel centro storico e per imbarcarsi verso le Isole vicine (Ischia e Capri su tutte), ignorando le grandi bellezze che Napoli ha da offrire ai loro occhi.
Importante potrebbe essere dotare la città anche di strutture balneari convincenti e con spiagge libere all’avanguardia. Per questo il Sindaco di Napoli Luigi De Magistris, guarda con interesse all’area di Bagnoli e in generale a tutta l’area che va da Nisida a Pozzuoli.
Per come la penso qualcosa si dovrebbe pur fare anche nell’ambito dela Gaiola che rappresenta un patrimonio naturale inestimabile da salvaguardare ma che non è atta a soddisfare, con la sua piccola spiagga libera, la voglia di tanti napoletani che vogliono fare il bagno in città.

E mentre scrivo ci sono molti baschi in città. Venuti da Bilbao per vedere la loro squadra del cuore e nel frattempo godersi la bellezza di Napoli.
Si tratta di una sfida tra due nazioni, perchè loro sono indipendentisti. Un pò come noi napoletani.

 

Articolo di Elpidio Ercolanese

Foto articolo di Simone Celestino

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

thirty three − twenty five =