“Sporco Napoletano”. La nuova canzone di luche tra le polemiche.

Luche

Si intitola “Sporco napoletano” ed è la nuova canzone di Luca Imprudente (in arte Luche). Il cantante rap partenopeo conosciuto per aver fatto parte della band Co’Sang, band poi scioltasi nel febbraio 2012.
Il singolo di cui vi parlo è estratto dal nuovo album del rapper dal titolo “L2”.
Qualche napoletano si è sentito offeso, perchè la canzone provoca già dal titolo ma l’intento è quello giusto. E cioè denunciare il razzismo nei confronti dei napoletani.
La frase è presa in prestito da un famoso coro Ultras. Uno dei tanti cori beceri che siamo abituati, nostro malgrado, ad ascoltare durante le partite di calcio.
Il rapper si è detto dispiaciuto delle polemiche e ha affermato: “Tutti mi chiedono di parlare del nostro dolore e le nostre sofferenze , ma quando lo faccio mi criticano comunque o addirittura mi accusano di offendere il mio popolo?? E’ assurdo. Quasi mi vergogno per loro”.

Il rapper spiegando il motivo per cui ha deciso di cantare in Italiano e non in napoletano ha detto che tutti devono poter capire questa canzone.

Tra i versi: “vengo da dove si uccide per evitare discussione, a meno che non si spara nessuno presta attenzione, lasciato a terra per ore così lo vede la gente, l’Italia condanna gli stessi a cui non dà niente”. E ancora: “meglio una stanza in galera che una nel mio quartiere, se ti fermi la sera senti urla miste a sirene”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

twenty six − twenty one =