Ponti Rossi, la Giunta comunale approva la riqualificazione d’intesa con la Soprintendenza

Nelle intenzioni della III Municipalità, che ha promosso il restauro del monumento, c’è la progettazione di specifici itinerari turistico-culturali

Ponti Rossi

FOTO: Baku (Licenza CC BY-SA 3.0).

Napoli, 20 aprile – L’acquedotto di epoca claudia ai Ponti Rossi sarà riqualificato. La Giunta comunale di Napoli ha infatti approvato, su proposta dell’assessore alle Politiche Urbane Carmine Piscopo, il protocollo d’intesa tra Comune di Napoli e Soprintendenza dei Beni Archeologici della Campania, che prevede il progetto di riqualificazione del Ponti Rossi. Il protocollo d’Intesa si traduce nella cessione al Comune del diritto di utilizzo del progetto definitivo realizzato dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici, per consentire la sua realizzazione attraverso la ricerca dei necessari finanziamenti.

Dopo questo atto, che sarà sottoscritto congiuntamente dal sindaco Luigi de Magistris e dalla soprintendente Adele Campanelli, inizierà la ricerca di finanziamenti pubblici e privati per assicurare la conservazione del monumento e garantire la fruizione pubblica dello stesso. I lavori consisteranno nella realizzazione di una passeggiata pedonale al di sopra del monumento, che consentirà il ripristino della naturale funzione di ponte. Dal terremoto del 1980 e ancora oggi, infatti, il ponte è coperto da ponteggi di contenimento e da vegetazione spontanea cresciuta nel corso degli anni. Nelle intenzioni della III Municipalità, che ha promosso il restauro del monumento, vi è volontà di progettare specifici itinerari turistico-culturali.

FOTO: Baku (Licenza CC BY-SA 3.0).

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

+ eighty six = ninety six