Si chiama Napoli si legge “PIZZA”. E adesso ha anche un museo

Pizza Napoletana

Napoli, sì sa, è la città della pizza per il mondo intero. Basta andare a New York o magari farsi una capatina in Brasile per i Mondiali e chi non ha pregiudizi su Napoli potrebbe rispondere benissimo con la parolina magica “ah pizza”.
Molti degli intervistati non saranno mai stati a Napoli a mangiare una “vera pizza” ma probabilmente una “versione accettabile (o passabile)” sarà stata offerta a loro da un emigrante napoletano o da un ristorante come “Fratelli la Bufala” che hanno come scopo di portare la cultura gastronomica partenopea in giro per il mondo.
Capita che un piatto così importante e così rappresentativo per la città abbia visto nascere in questi giorni un museo dedicato ad esso. Si tratta di uno spazio permanente all’interno del Museo Mediterraneo ell’Arte, della Musica e delle Tradizioni con sede in Piazza Municipio.
Il Museo prende il nome di MIP (Museo Internazionale della Pizza) e sarà allestito con oggetti e foto antiche raffiguranti la Pizza. Immagini come Sofia Loren che impasta sono ancora impresse nella mente di tutti noi e sarà possibile riviverle al MIP.
La realizzazione del museo è stata resa possibile anche grazie a 300 pizzaioli napoletani aderenti al progetto Associazione Pizzaioli Napoletani che oltre a donare strumenti da lavoro antichi in loro possesso, si alterneranno al forno presente nel museo per offrire ai visitatori una pizza che è compresa nel prezzo del biglietto.

Il museo è visitabile ogni giorno dalle ore 10:00 alle ore 20:00.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

thirty eight − = thirty one