Napoli, al via la conversione a LED dell’illuminazione pubblica

La giunta comunale ha approvato il progetto per l’ammodernamento del parco lampade. Ci sarà in questo modo, un risparmio di 24 milioni di euro in 3 anni e un dimezzamento del consumo di energia

"LED Street Light”  by Diana is licensed under Creative Commons.

“LED Street Light” by Diana is licensed under Creative Commons.

“Rivoluzioneremo l’illuminazione pubblica in città risparmiando 24 milioni di euro solo nei prossimi 3 anni. Lo ha annunciato il sindaco di Napoli Luigi De Magistris, che dai propri profili social, ha comunicato la sostituzione del parco lampade con quelle a LED.

“Abbiamo approvato il progetto in giunta comunale – spiega De Magistris – Da un lato ci sarà l’affidamento per la gestione del servizio di illuminazione pubblica di Napoli, dall’altro un finanziamento per l’ammodernamento tramite trasformazione a LED del parco lampade di proprietà comunale”.

In 3 anni secondo le stime dell’amministrazione comunale, ci sarà un risparmio del 50% nel consumo di energia, dimezzando l’attuale consumo di 52 milioni di Kw/anno, con un conseguente e consistente risparmio bolletta per il Comune. Questo si tradurrà in un abbattimento di CO2, pari a 12.000 tonnellate in meno. La fornitura di energia elettrica, per quanto possibile, dovrà derivare da fonti rinnovabili.

Buone notizie, sembrano esserci anche sul versante degli orologi storici e della manutenzione dei sistemi di controllo della ventilazione delle gallerie stradali. Tutte cose di cui si occuperà l’azienda vincitrice dell’appalto, che come comunicato dal Comune avrà una durata di 12 anni. Lo ha spiegato, in un comunicato (l’ormai ex) Vice Sindaco Tommaso Sodano: “È un momento importante per la città di Napoli che dopo aver approvato il PAES ( il piano per le energie sostenibili) ha messo in campo tantissime iniziative per fare di Napoli una città modello di sostenibilità e di Smart City. Investire sul risparmio e l’efficienza energetica fa bene alle casse comunali con risparmi del 50 % della bolletta energetica e all’ambiente. La prossima tappa sarà quella di investire sul risparmio energetico degli immobili comunali a partire dalle scuole e dalle strutture sportive”.

Va detto, che da quanto ci è parso di capire, ci sarà solo una sostituzione delle lampade e non una sostituzione tout-court dei lampioni. È ovviamente un primo passo, perchè la sostituzione dei lampioni sarebbe costata probabilmente troppo. Ma sul lungo termine è sicuramente una soluzione da adottare, sulla base di quanto stanno già facendo tanti altri piccoli e grandi comuni italiani. E a chi crede che all’estero siano sempre avanti rispetto a noi, bisogna dire che non è così. Nel 2007 Torraca (piccolo paesino in provincia di Salerno), fu il primo comune del mondo a dotarsi di una illuminazione pubblica completamente realizzata con tecnologia a LED.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 + = fourteen