Inter-Napoli 2-2 pagella, tabellino, ecc. 7^ giornata del Campionato di Serie A 2014/2015

ssc-napoli-logo-ufficiale

Pagella, tabellino, ecc di Inter-Napoli 2-2  7^ giornata di Serie A 2014/2015

Rafael – 5.5. Non viene chiamato in causa spesso. Forse ha qualche colpa sul primo gol perchè sarebbe potuto uscire (ancora troppo incerto sulle uscite). Sul secondo gol invece non può nulla.

Zuniga – 6.5. Se avesse impedito il cross a Dodo, il secondo gol interista non sarebbe arrivato. Buona gara ma meglio in fase offensiva che difensiva. La condizione fisica non pare essere al top.

Albiol – 6.5. Buona gara senza sbavature.

Koulibaly – 7.5. Arrivato in Serie A da perfetto sconosciuto. Oggi è uno dei centrali migliori di tutto il Campionato (anche per quanto mostrato in questa partita).

Britos – 6. Si infortuna a 8 minuti dall’inizio ma resta in campo e stringe i denti per tutto il primo tempo. Benitez lo sostituisce a inizio ripresa. Buona gara, viste le sue condizioni di salute. 30’st Ghoulam – Non riesce a incidere sulla partita. Appare fuori forma. Forse complice l’infortunio di inizio stagione.

Inler – 5. Quanti errori ha commesso oggi? Tantissimi i passaggi sbagliati! Non è al meglio fisicamente e si vede.

David Lopez – 6. Costretto a far reparto da solo vista la forma fisica di Inler. Fa quel che può. Chisà come giocherebbe in un centrocampo a tre…

Insigne – 6. Benitez lo costringe ad un assurdo lavoro difensivo e di ripiegamento. Fuori ruolo come sempre ma il mister fa orecchie da mercante. 23′ st Mertens – Ha le qualità per essere titolare in questa squadra ma Benitez lo fa entrare spesso nel secondo tempo. Ha dato un pò di vivacità in attacco nel secondo tempo.

Hamsik – 5.5. Anche lui costretto ad un assurdo lavoro difensivo che non gli si addice. Nel secondo tempo sparisce dal gioco, complice anche gli impegni pregressi in nazionale. 16′ st Jorginho – Viene schierato fuori ruolo e non riesce a rendere.

Callejon – 8. Sigla due gol, uno più bello dell’altro. Difficilmente lascierà Napoli a fine stagione. A meno che non vengano spesi molti soldi per lui.

Higuain – 5.5. La grinta non gli manca mai. Troppo isolato, predica nel deserto.

All. Benitez – 4.5. La squadra regala un tempo di gioco all’Inter ma lui non si scompone. Neanche nel secondo tempo quando Mazzarri, esagitato al contrario di lui, si fa espellere. Con la rosa che la società gli ha messo a disposizione potrebbe fare molto di più ma lui non vuole adattare il modulo ai giocatori che ha. E si è capito che non lo farà mai.

INTER-NAPOLI 2-2
Inter (3-5-2):
 Handanovic; Ranocchia, Vidic, Juan Jesus; Obi (12′ st Mbaye), Kovacic, Medel (36′ st Guarin), Hernanes, Dodò; Palacio (44′ st M’Vila), Icardi A disp.: Carrizo, Berni, Andreolli, Kuzmanovic, Krhin, Bonazzoli. All.: Mazzarri
Napoli (4-2-3-1): Rafael; Zuniga, Albiol, Koulibaly, Britos (30′ st Ghoulam); Inler, David Lopez; Insigne (23′ st Mertens), Hamsik (16′ st Jorginho), Callejon; Higuain A disp.: Andujar, Colombo, Henrique, Maggio, Mesto, De Guzman, Zapata, Michu. All.: Benitez
Arbitro: Orsato
Marcatori: 34′ st Callejon (N), 37′ st Guarin (I), 45′ st Callejon (N), 47′ st Hernanes (I)
Ammoniti: Hernanes, Juan Jesus (I); Britos, Higuain, Jorginho (N).

 

Si segnalano cori di discriminazione territoriale (“Vesuvio lavali col fuoco”), intonati dalla Curva Nord interista durante i primi minuti della partita, nei confronti dei tifosi napoletani.
Non è la prima volta che i supporter interisti si rendono protagonisti di cori di questo genere. Spesso, li hanno intonati pur non essendoci il Napoli in campo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

twenty eight − = twenty five