Inaugurata l’uscita Cardarelli della stazione Colli Aminei della metropolitana

L’uscita Cardarelli della stazione Colli Aminei della metropolitana è stata inaugurata oggi alla presenza del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris e del Presidente della Giunta regionale, Vincenzo De Luca

Sottopasso Ospedale CardarelliNapoli, 13 aprile – È stata inaugurata oggi, alla presenza del sindaco Luigi de Magistris, del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e del presidente Metropolitana di Napoli spa Roberto Cappabianca, il sottopasso di collegamento tra la stazione “Colli Aminei” della linea M1 ed il complesso ospedaliero del Cardarelli. L’opera è il risultato della collaborazione tra il Comune e l’azienda ospedaliera. La realizzazione è stata possibile, infatti, grazie alla sottoscrizione di un apposito protocollo di intesa per l’uso di una parte del suolo appartenente all’ospedale.

Già in esercio un nuovo parcheggio per le auto di circa 250 posti. A questo si aggiungerà lo stazionamento bus, destinato ad ospitare le linee Anm 143, 144, R4, 165, C38 e C76. Il nuovo sottopasso e lo stazionamento bus, in particolare, dovrebbero contribuire a ridurre il traffico veicolare verso uno dei più grandi ospedali del Mezzogiorno.

“Il sottopasso – dice il sindaco de Magistris – è importantissimo perché collega la metropolitana al Cardarelli, il più grande presidio ospedaliero della città. Inoltre c’è un nuovo punto di stazionamento degli autobus ed è un ulteriore tassello della nostra metropolitana. Tra qualche giorno grazie alla nostra pressione, anche la metropolitana di Scampia che non è del Comune di Napoli ma della Regione, verrà interessata da riqualificazione. Mentre è già iniziata la riqualificazione della Riviera di Chiaia e il completamento della Linea 6. Credo che Napoli, in sinergia con la Regione, sia stata all’altezza della sfida. La città di Napoli – conclude de Magistris – ha dimostrato credibilità, tempestività ed efficacia per questa grandissima opera infrastrutturale della nostra città”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

+ eleven = fourteen