Il concerto della “discordia” si farà. Mika e gli altri possono cantare.

Nutellastories 50

Dopo le innumerevoli polemiche tra Soprintendenza e Comune, legate all’uso degli spazi, con addirittura una sentenza dei giudici del TAR che meno di un mese fa ha dato ragione a quest’ultimo, il concerto (della discordia…) si farà.

Il 18 maggio per festeggiare i cinquant’anni di Nutella (Ferrero Spa), in Piazza del Plebiscito, ci sarà un lungo pomeriggio di concerti che termineranno con un live di Mika.

I primi a cantare saranno gli Almanegretta dalle 16:00 in poi. Alle 17:00 Simona Molinari e alle 18:00 James Senese con i Napoli Centrale. Alle 19:15 è l’ora di Arisa e successivamente di Giuliano Palma. Dalle 21:30 canterà Mika.

Per chi non può recarsi in piazza, il concerto sarà visibile anche in streaming sul sito nutellastories.com.

Il concerto non è organizzato dal Comune ma dalla stessa Ferrero che ha scelto Napoli per festeggiare i cinquant’anni di Nutella, in virtù del fatto che Napoli è la città che ne consuma di più. La Ferrero in cambio farà un grande regalo alla cittadinanza (e sarebbe il caso di dirlo, alle istituzioni) facendo restaurare le statue equestri del Canova (e Cali), imbrattate e umiliate da troppo tempo.

A tal proposito si è espresso anche Paolo Macry, politologo e ordinario di Storia Contemporanea presso l’Università di Napoli Federico II, che ha stigmatizzato le polemiche tra Soprintendenza e Comune e ha affermato: “Dare vita a Piazza Plebiscito serve anche a evitare che sia lascia in balia di chi imbratta il colonnato o dei ragazzini che giocano a pallone mutilando le statue di Palazzo Reale”.

La speranza è che terminato l’evento della Ferrero, le due istituzioni non ricomincino a litigare.

Per maggiori informazioni sull’evento visitare il sito http://www.nutellastories.com/it_IT/ext/evento_it

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

+ sixty one = sixty three