Emergenza alluvione a Benevento. I Cinque Stelle donano centomila euro per la ricostruzione dell’Istituto Rampone

rsz_Movimento Cinque Stelle Restituiamo Per Benevento“Ognuno di noi dopo il disastro ha comprato stivali e ramazze insieme, docenti e studenti. Avevamo una preoccupazione: è tutto perduto. Poi sono arrivati gli eroi, che hanno chiesto di visitare la scuola ed hanno avuto modo di prendere visione di una realtà non sponsorizzata e dopo cinque giorni sono ritornati”. A parlare è Assunta Fiengo, dirigente scolastica dell’Istituto Salvatore Rampone di Benevento. Lei gli chiama “i nostri eroi”. Chi sono? I consiglieri regionali campani del Movimento Cinque Stelle, che ieri si sono recati presso l’Istituto e hanno donato circa centomila euro – per l’esattezza 105.829,27 euro – necessari per ricostruire le aule del Rampone.

L’iniziativa è stata chiamata, in ottica social, #RestituiamoPerBenevento. A spiegarne il motivo è stata Valeria Ciarambino, capogruppo M5S e presidente della commissione Trasparenza alla Regione Campania. “La chiamiamo ‘restituzione’ degli stipendi perché restituiamo qualcosa che non ci appartiene, ossia le eccedenze dei nostri eccessivi stipendi da consiglieri regionali, ai legittimi proprietari, ossia la collettività – ha spiegato la Ciarambino in un post su Facebook –. Grazie a oltre 105mila euro dei nostri stipendi dei primi 4 mesi da consiglieri regionali, un’eccellenza scolastica campana potrà tornare a offrire a centinaia di studenti di tutto il Sannio una possibilità di futuro. Facciano tutti come noi!”.

Una bella iniziativa. Sicuramente un esempio di politica a cui non siamo abituati. Alla consegna dell’assegno era presente anche Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera dei Deputati. “Non è solo una questione di impegni elettorali, ma di fiducia nelle istituzioni – scrive Di Maio su Facebook –. Quando i ragazzi di questa scuola avranno di nuovo i loro banchi, quando accenderanno di nuovo i loro computer per studiare grafica 3d, informatica e programmazione sapranno che quelle strumentazioni sono state acquistate con i soldi di un politico che si è tagliato lo stipendio. E ricominceranno ad avere fiducia nelle istituzioni”.

FOTO: tratta da facebook.com

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

forty − 39 =