Valeria Ciarambino e il Movimento Cinque Stelle presentano il “progetto Campania”

rsz_valeria_ciarambino_regionali_2015_campaniaIl Movimento Cinque Stelle, ha presentato ieri mattina all’ASD Green Park Posillipo Club, i punti salienti del suo progetto per la Campania. La presentazione, fatta da Valeria Ciarambino, candidata presidente per il M5S, ha visto la partecipazione del vicepresidente della Camera Luigi Di Maio, oltre a quella di numerosi parlamentari campani tra cui Roberto Fico, il quale si candidò nel 2010 ma con scarsi risultati.

Tutta un’altra storia questa volta, perchè il movimento nel frattempo è cresciuto in Campania come altrove. Il programma, com’è nello spirito del movimento, si arrischisce di giorno in giorno del contributo di attivisti ed esperti di vari settori della vita pubblica. Sostanzialmente quest’ultimo, dovrebbe vertere come illustrato in 7 punti principali: Bilancio, Sanità, Crescita, Lavoro, Servizi, Ambiente, Governo.

Tra le proposte che più saltano all’occhio, quelle riguardanti l’abolizione totale del ticket per quanto riguarda la sanità, il reddito di cittadinanza regionale per quanto riguarda le politiche sul lavoro, il trasporto gratuito per gli studenti seguendo l’esempio di quanto già fatto a Ragusa (vai all’articolo), il supporto alla filiera agroalimentare dop, il programma rifiuti zero per quanto riguarda l’ambiente. Le coperture, sarebbero state già trovate e consisterebbero in larga parte da tagli a sprechi e costi della politica per almeno 40 milioni di euro.

La Ciarambino, a seguito dell’incontro, ha scritto in un post su facebook: “Insieme ai candidati del Movimento 5 Stelle al Consiglio regionale abbiamo presentato ai cittadini e alla stampa il nostro Progetto per la Campania. Un Progetto chiaro, corposo e soprattutto partecipato, perché non calato dall’alto di una segreteria di partito, ma scritto insieme ai cittadini e ai tanti esperti dei vari settori che condividono la nostra voglia di riprenderci questa terra. Ho avuto il privilegio di raccontarne le linee essenziali e nel farlo ho provato una grande emozione perché sento che stiamo costruendo un futuro diverso per questa regione.

Ciarambino, ha anche spiegato com’è possibile eliminare sprechi e restituire i servizi essenziali, dicendo: “È possibile lavorare in Regione per migliorare realmente le condizioni di vita della nostra gente. Non idee vaghe e astratte, ma proposte concrete e realizzabili, con risorse individuate dal taglio di sprechi e privilegi della politica o dai fondi europei, dall’efficientamento energetico di edifici e mezzi pubblici. Ha poi concluso: “Non ci basta più sentirci dire ‘mai più ultimi’. Vogliamo tornare essere di nuovo primi“.

Articolo di Elpidio Ercolanese

Foto articolo: tratta da facebook.com

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

seven + three =